Chiacchiere all’anice stellato

Versione di prova, quindi con ingredienti ridotti. Di solito si utilizza il ruhm o la grappa, io ho utilizzato il liquore all’anice che ho preparato l’anno scorso. Ed ho utilizzato la planetaria per l’impasto.

Ingredienti:

  • 140 gr di farina
  • 20 gr di burro
  • 30 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 gr di sale
  • 2 cucchiai di liquore all’anice stellato
  • 2 cucchiai di vino bianco secco

Nella boccia della planetaria ho setacciato la farina, aggiunto l’uovo, il sale, lo zucchero ed ho iniziato ad impastare con i l gancio, aggiungendo man mano il vino ed il liquore.

Una volta che si è formata la palla di impasto, l’ho tolta dalla boccia ed impastata a mano per 10 minuti sulla spianatoia infarinata. L’ho chiusa con la pellicola e messa a riposare per 1 ora.

Trascorso il tempo di riposo ho steso l’impasto con la nonna papera ( macchinetta per la pasta), arrivando al terzo punto di scatto.

Ho tagliato con la rotella dei rettangoli irregolari, e ho praticato un taglietto in mezzo per poi fare il risvoltino a cravatta.

Scaldato l’olio di semi e tuffate fino a farle gonfiare e dorare.

Scolate poi su carta assorbente e spoverizzate con zucchero a velo

2 commenti:

  1. Davvero buonissime complimenti alla chef pasticcera! Da associare un buon bicchiere di moscato o spumante dolce, da gustare per una merenda, magari in compagnia di amici.

  2. Fantastiche da consumare in sieme ad amici parenti in sieme a un bicchiere di spumante secco se mi posso permettere un ottimo Valdobbiadene sarebbe eccellente naturalmente un applauso e un grazie alla chef

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: