Piccolo sfogo

Quest’oggi permettetemi di esulare un pò dalla cucina ed usare il blog per sfogarmi.

Uno sfogo dato da una serata ed una nottata passate a piangere come una stupida. Si stupida per scelte fatte, stupida.

Scelte che mi hanno portata a difendere sempre e comunque a spada tratta persone che, non avendo io più famiglia di origine, ho sempre considerato FAMIGLIA, persone che da un momento all’altro decidono, probabilmente con i loro buoni motivi, ma alle spalle, di lasciarti sola senza neppure dirtelo chiaramente.

E qui sta la base della mia stupidità, il fatto di aver considerato FAMIGLIA, chi in realtà mi considerava solo una persona come tante, un numero.

La cosa che mi fa più male forse, è non essermene accorta prima, dalle prime avvisaglie. La mia voglia di condividere con loro momenti importanti della mia vita, probabilmente da queste persone è stata vissuta come una voglia di protagonismo mio e non come volere una parte di FAMIGLIA accanto.

Mi era stato detto da terze persone, che non sarebbe mai potuto essere ciò, ma anche in questo caso, ho creduto fermamente in queste persone, arrivando ad avere anche piccoli battibecchi con chiunque cercava di dirmi il contrario di ciò che pensavo. Bhe dolorosamente si chiude un altro capitolo della mia vita, un lutto sarebbe troppo esagerato per descrivere questa sensazione, ma qualcosa di molto simile a livello morale/emotivo.

Ripartirò sicuramente, ma evitando di riaprimi come ho fatto con queste persone, cercherò di mantenere il giusto distacco , atto solo al fine per cui ripartirò.

Scusatemi se mi sono dilungata, avevo bisogno di sfogarmi, ho usato il blog per una volta per leccarmi le ” ferite e non i baffi”.

Per ora vi saluto, da questo posto ormai coperto di neve visto le temperature di questi giorni, a presto con nuove ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.